Amalfi

Amalfi
Atrani
Catera
Home       Sitemap Contatti

Amalfi

 ARRIVO
   PARTENZA
 
Amalfi
Amalfi è una delle città più rinomate e più conosciute di tutta la Campania. La città dà infatti il nome all'omonima costiera amalfitana.

La fondazione viene fatta risalire ai Romani (il suo stemma reca la scritta Descendit ex patribus romanorum) anche se diviene importante nel XI secolo come Repubblica marinara in lotta con Pisa, Venezia e Genova per il controllo del Mediterraneo. Il Codice Marittimo di Amalfi, meglio noto col nome di Tavole Amalfitane, ebbe una grande influenza fino al XVII secolo. Amalfi raggiunse quindi il proprio massimo splendore nell'undicesimo secolo, dopodiché iniziò una rapida decadenza: nel 1131 fu conquistata dai Normanni e nel 1135 e 1137 saccheggiata dai pisani. Nel 1343, poi, una tempesta con conseguente maremoto distrusse gran parte della città. Il più celebre monumento di Amalfi è certamente il Duomo in stile arabo-siciliano e dedicato al Santo patrono Andrea. La sua costruzione fu iniziata nell'XI secolo e completata con molte aggiunte successive. Si contraddistingue per l'imponente facciata, i portali in bronzo realizzati nel 1066 a Costantinopoli, per il bellissimo Chiostro del Paradiso e per la famosa scalinata. Per tradizione, ogni anno un equipaggio di vogatori amalfitani partecipa alla Regata delle Repubbliche marinare sfidando armi delle tre omologhe città. Anche se non è storicamente provato, la bussola sarebbe stata inventata dall'amalfitano Flavio Gioia e pare che proprio i navigatori amalfitani siano stati i primi ad usarla. Particolarmente fiorente nella storia della città, e tuttora viva, è l'industria cartaria, legata alla produzione della pregiata carta di Amalfi.
Da Vedere
Cattedrale di S. Andrea Del X secolo domina dall'alto di una scalinata tutta la città. Ha uno stile lombardo-normanno anche se la facciata policroma è duecentesca mentre i chiostri si ispirano allo stile saraceno.

Cripta del Duomo Fin dal 1304, in occasione di alcune festività religiose, nella cripta ha luogo del miracolo della manna, che consiste nella secrezione di un liquido oleoso sulle superfici della tomba di S. Andrea.

Chiostro Paradiso Accanto alla Cattedrale, fu costruito nel 1268. Il complesso architettonico è uno dei principali esempi del romanico amalfitano.

Basilica del Crocifisso Il primo duomo di Amalfi che conserva preziosissimi affreschi trecenteschi tra le imponenti colonne. Attualmente sede di conferenze, congressi e concerti, ospita il preziosissimo tesoro della Diocesi Amalfitana.
Arsenali della Repubblica Del IX secolo, di questo importante edificio medievale restano oggi soltanto due ampie corsie, coperte da eleganti volte a crociera.

Museo Civico È conservato presso il Museo, in un grande scrigno di legno, la Tabula de Amalpha, che fa parte integrante del Codice Foscariniano ritrovato a Vienna e trasportato ad Amalfi nel 1929.

Museo della Civiltà Contadina Contiene una raccolta di macchine rudimentali ed utensili vari appartenuti al mondo agricolo costiero negli ultimi quattro secoli
Costa Amalfitana
Costa Amalfitana
COLLEGAMENTI SPONSORIZZATI

costa-amalfitana.it - Copyright 2008